Edizione n° 4811

BALLON D'ESSAI

SCOOP // SCOOP Aree interne: 64 milioni per opere pubbliche Monti Dauni
5 Giugno 2018 - ore  20:08

CALEMBOUR

SEQUESTRI // SEQUESTRI Volpicelli, "Mercato a Orta Nova, Teatrino orrori amministrativi"
10 Giugno 2018 - ore  17:38

SCOOP M5S. Ritucci "Quer pasticciaccio brutto de.. la Tari"

AUTORE: 
Redazione
PUBBLICATO IL: 
26 Maggio 2018
Manfredonia // 

Manfredonia, 26 maggio 2018. ”In questi giorni i cittadini di Manfredonia stanno ricevendo le cartelle della TARI 2018 (tassa rifiuti) da parte di Gestione Tributi S.p.A. con un incremento di circa il 15% rispetto all’anno 2017 – in alcuni casi molto di più, pertanto, invitiamo tutti a verificare i conteggi ricevuti sulla base delle tariffe 2018 approvate con delibera di C.C. n. 16 del 31/03/2018, rispetto all’anno 2017.
Tale aumento è stato più volte da noi contestato, perchè non attribuibile ai maggiori costi del servizio di “Igiene Urbana” e di “Raccolta e Smaltimento Rifiuti” espletato da ASE S.p.A.- Manfredonia.
L’aspetto più sconcertante per i cittadini di Manfredonia (e per il quale essi sono fortemente indignati) è che nonostante:
– il raggiungimento di altissime percentuali di raccolta differenziata – grazie al servizio “porta a porta”;
– un’importante riduzione dell’ecotassa, rispetto al 2017, da pagare per il conferimento in discarica dei rifiuti indifferenziati;
– una forte riduzione dei quantitativi di tali rifiuti che verranno conferiti in discarica per il 2018;
il Comune di Manfredonia ha applicato un aumento alle tariffe TARI 2018.
Anche nella documentazione a noi fornita in occasione dell’approvazione del PEF (Piano Economico Finanziario) di ASE S.p.A. e delle conseguenti tariffe TARI 2018, non si evincono elementi tali da giustificare il sopraindicato aumento.
A tal proposito, viene spontaneo chiedersi:
– cosa si nasconde dietro questo aumento ingiustificato?
– per quali spese verranno impiegate tali maggiori entrate?
Nella stragrande maggioranza dei Comuni pugliesi – che hanno aumentato le percentuali di raccolta differenziata, come nel caso di Manfredonia – sono state applicate riduzioni alle tariffe in vigore negli anni precedenti.
Valga l’esempio di Mottola, Noicattaro, Ginosa, Canosa di Puglia, tutti comuni pugliesi amministrati dal M5S, ma ce ne sono anche altri con diversa guida politica, come Zapponeta.
La cosa più incoerente ed ingiustificata, però, alla luce delle ultime vicende politiche, è che a mandare gli “avvisi bonari” per il pagamento della TARI 2018 sia stata Gestione Tributi S.p.A. nonostante la Segretaria Generale del Comune di Manfredonia, dott.ssa Giuliana Galantino – sia al microfono durante l’ultimo Consiglio Comunale, sia in una nota inviata all’Assessore al Bilancio dott. Rana e per conoscenza a tutti i Consiglieri Comunali – ha dichiarato che tale Società non è legittimata ad esercitare alcuna attività per conto del Comune di Manfredonia, in quanto “…non è stata data esecuzione alla Delibera di Consiglio Comunale n.3 del 22/01/2018, acconsentendo, illegittimamente, ad una proroga di fatto, alla Società Gestione Tributi S.p.A., del servizio di gestione dei tributi locali, con conseguenti evidenti danni erariali”.
Inoltre, nel DUP (Documento Unico di Programmazione approvato in Consiglio Comunale il 3/5/2018) è stato previsto che “il Comune avrebbe proceduto con urgenza all’internalizzazione del servizio per quanto attiene le entrate in autoliquidazione (come in questo caso) e le entrate non tributarie”, con relativo risparmio dell’aggio spettante alla Società Gestione Tributi S.p.A. Conseguentemente, nel Bilancio di Previsione 2018, approvato nella stessa seduta, è stata nettamente ridotto lo stanziamento di spesa per tale servizio rispetto allo scorso anno.
E’ quindi lecito chiedersi:
– a quale titolo la Società Gestione Tributi S.p.A. in questi giorni sta inviando i suddetti avvisi bonari?
– possono, tali avvisi, essere considerati validi?
E ancora, con l’inserimento nel DUP di una “previsione dell’internalizzazione” di tali riscossioni, il conteggio corretto deve essere effettuato scorporando dal costo del servizio di Igiene Urbana 2018, il C.A.R.C. (Costi di Accertamento, Riscossione e Contenzioso) relativo all’esercizio 2018 di €.805.873,21 (Ottocentocinquemilaottocentosettantatre/21) – quota spettante a Gestione Tributi S.p.A . quale corrispettivo di un servizio che, stante così i fatti, non potrebbe espletare. Se così non fosse, la storiella dell’internalizzazione della riscossione dei tributi per risparmiare sull’aggio, resta solo una bella favola che non trova riscontro nella realtà dei fatti.
E non è tutto. Qualora esistesse un atto (ma a noi ad oggi non risulta) in cui l’Amministrazione Comunale avesse legittimato Gestione Tributi S.p.A. a svolgere l’attività di gestione per la riscossione della TARI 2018, agirebbe, comunque, in contrapposizione con quanto riportato nel DUP e nel Bilancio di Previsione 2018 appena approvato. Detti documenti contabili, perciò, andrebbero urgentemente riportati in Consiglio Comunale per l’approvazione delle debite modifiche. In questo caso la legittimazione di Gestione Tributi S.p.A. a svolgere attività di riscossione della Tari 2018, crea la necessità di riequilibrare un Bilancio di Previsione 2018, aumentando lo specifico stanziamento per il pagamento a quella Società dei relativi aggi.
I nostri Amministratori agiscono diversamente da quanto decidono – solo per vantare proclami, a cui neanche loro credono più – mettendo continuamente in discussione la legittimità delle loro azioni.
Sarebbe opportuno, quindi, che l’Amministrazione, prima di richiedere o far richiedere soldi ai contribuenti, chiarisse tali aspetti per evitare di incorrere in contestazioni e ricorsi, con danni economici sia per i cittadini che per il Comune.
Manfredonia: una splendida città tenuta in ostaggio da una classe politica incapace ed arruffona, dove ognuno pensa solo a come difendere la propria poltrona fino a scadenza di mandato, continuando ad indebitarla. I nostri amministratori non si sono, minimamente, interessati ai tanti problemi che la nostra città vive quotidianamente, contribuendo ad un costante degrado che è sotto gli occhi di tutti.
Insomma, la situazione è davvero ingarbugliata.
Un “Pasticciaccio brutto…” come lo definirebbe lo scrittore Carlo Emilio Gadda”.
MASSIMILIANO RITUCCI
MOVIMENTO 5 STELLE MANFREDONIA

27 commenti su “<span class="tag_title_post_page">SCOOP</span> M5S. Ritucci "Quer pasticciaccio brutto de.. la Tari"”

  1. Tutto avrei voluto, tranne che il mio voto servisse a far governare Salvini.
    Questi accordi li dovevate dichiarare prima del voto, ci avete fregati, altro che volontà popolare.
    Vi siete alleati con i fascisti, vergogna!!!

    Rispondi
  2. Ritucci vai a studiare.
    Parlare di tali argomenti cercando solo di confondere le acque non fa bene alla collettività.
    Una volta in politica argomenti del genere venivano trattati da persone competenti; ormai tutti discettano di tutto.
    Questo è lo specchio di quello che sta accadendo a livello nazionale, ma finita la propaganda e lo sproloquio poi bisogna governare.

    Rispondi
  3. Speriamo che vanno i 5 Stelle cosi la Tari non si paghera’ più.
    Ma fateci il piacere!!!!! SI VEDE COME VOLETE GOVERNARE !!!! SIETE UN BLUFFFFFFFFF

    Rispondi
  4. Ma che razza di amministrazione è questa?? Avvisi “bonari” per riscossione tasse mandati da una società partecipata pubblica senza leggittimazione!!!??? Ma pensate che i manfredoniani siano cretini??? Ma come vi permettete?? Da chi è amministrata la Gestione tributi? Chi ci lavora?? Chi sono i dipendenti? Nomi e cognomi per favore!!

    Rispondi
  5. Non andiamo nessuno a pagare, iniziamo a fare delle manifestazioni come quelle hai dell enichem. E vediamo cosa devono fare.. A manfredonia siamo solo abituati a parlare

    Rispondi
  6. 500 euro per 80 mq quando in tutto il centro nord con la stessa metratura si paga poco più di 100 euro , come è possibile ? Sarà forse perché noi cittadini dobbiamo pagare stipendi di uffici con numero di personale triplo paragonato sempre a città del centro nord dove per giunta con personale nettamente inferiore funziona anche meglio.

    Rispondi
  7. Egregio consigliere comunale Ritucci, lei ha messo in luce gli aspetti controversi dell’attuale amministrazione comunale. Purtroppo questo non basta per ovviare alle malefatte politiche. Qualcosa di concreto a difesa dei contribuenti va fatta. Perché non organizzare, anche insieme al resto dell’opposizione, una raccolta firme per la riduzione della TARI? Se il comune non pulisce il cittadino non paga. Questo semplice motto per un servizio che non viene svolto, ossia lo spazzamento stradale, ma facente parte dei costi della TARI. Ora sta a lei il da farsi. In attesa di leggerla cordialmente saluto.

    Rispondi
  8. Carissimo rappresentante comunale pentastellato,a parer mio la Tari ed il suo aumento non è altro che l’ espressione massima della civiltà manfredoniana, è facile capire che più rifiuti abbandoniamo in giro e più saremo costretti a pagare quindi la colpa è solo ed esclusivamente del popolo sipontino che non differenzia e abbandona.,Proviamo a differenziare di più e vedrete!La cosa che abbiamo il diritto di pretendere è un maggior e più efficiente servizio non è possibile ritirare l’ umido quando il sole lo ha già riscaldato per bene.Incremento di personale e rimozione alle prime luci dell’ alba solo questo civuole.Ah dimenticato! La mazza per chi abbandona rifiuti per strada e ci fa aumentare la tassa.Ritucci a scuola…….

    Rispondi
  9. Poverino il consigliere Angelo Salvemini, scrive senza senso e con un fine ben preciso, screditare il sindaco. In aggiunta non permette diritto di replica. Comunque caro Angelino ..concorsi OSS (non pubblicabile,ndr)

    Rispondi
  10. A questo punto non dobbiamo pagare un bel niente…perchè non ci si orgnanizza e si manifesta davanti al comune o alla casa di Riccardi! SVEGLIAMOCI!

    Rispondi
  11. Io sarò certamente ignorante, ma non ho letto nessuno dei detrattori del consigliere Ritucci contestarlo nel merito delle sue dichiarazioni e neanche rispondere alle sue domande.
    Ripeto, sarò ignorante, ma a me pare che Ritucci abbia ragione da vendere.

    Rispondi
  12. Parole parole parole parole. Pagare pagare pagare pagare. Protesta protesta protesta protesta. Zero zero zero zero zero zero zero. Bollet bollet bollet bollet bollet bollet. Mazzet mazzet mazzet mazzet mazzet. E noi. Zit zit zit zit zit zit zit zit zit zit Zit zit zit. Sveglia sveglia sveglia sveglia sveglia

    Rispondi
  13. Metodo di calcolo assurdo che penalizza le famiglie numerose che sono quelle economicamente più deboli in un comune che dice di essere di sinistra, dove risiedevo qualche anno fa in una città del centro nord con giunta di destra pagavo una stupidaggine ed il calcolo era fatto solo con la differenza se ci abitava 1 sola persona o più di 1, quindi se si era in 3 o 6 non influiva come aumento è logico che in 6 si fa più spazzatura però è logico anche che le famiglie numerose vanno aiutate, poi tante altre aggevolazioni da paese civile come 30% di sconto abitazione con disabile.

    Rispondi
  14. VI HO VOTATI CARI 5 STELLE E VI SEGUO ,, DENUNCE …. ARTICOLI …. MA ALLA FINE NON HO VISTO QUAGLIARE NIENTE COME ERA COSI’ E’ ….. NON E’ CHE ALL FINE GIRA E GIRA E NON CAPITE UN CEPPO …

    Rispondi