Edizione n° 4984

BALLON D'ESSAI

FLOP // Il sol dell’avvenire delude a Cannes: la critica internazionale sta stroncando Moretti
27 Maggio 2023 - ore  21:48

CALEMBOUR

CONTROCORRENTE // “Così ti amiamo noi francesi”. Come cambia un giudizio
 - ore  22:01
/ Edizione n° 4984

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Manfredonia. Scommesse, Campanella (titolare centro): “Prima che venga cancellato, il settore deve reagire"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
11 Maggio 2018
Manfredonia //

Manfredonia. ”Sono un’imprenditrice del settore da oltre dieci anni ed ho realizzato questo evento, come altri in precedenza, per far passare messaggi forti contro la ludopatia e perchè credo sia il momento di farsi sentire prima che il nostro settore venga cancellato provocando un danno non solo per tutta la filiera e per le casse erariali, ma anche a discapito del consumatore ultimo. Questo tipo di eventi dovrebbe essere di consuetudine presso le nostre attività poiché il nostro settore è connesso all’intrattenimento ed allo spettacolo e non solo alla raccolta scommesse. E’ doveroso diversificare ogni tanto, anche con poco”. E’ la replica di Antonia Campanella, titolare del centro inaugurato il 3 maggio scorso a Manfredonia (FG), evento che ha creato qualche rumors tra altri esercenti.
“Attualmente non abbiamo una legge uniforme in Italia che regolamenti il settore, ogni regione,ogni comune ha approvato o meno una propria regolamentazione, rendendo lo svolgimento delle attività in taluni casi proibitiva per via della ricollocazione e a discapito degli investimenti fatti dall’imprenditoria italiana ma ancor più per i consumatori poiché la ludopatia non si combatte con le distanze o meno da certi luoghi detti sensibili. Le persone affette da dipendenze ci sono sempre state ed è l’uomo a rovinare tutte le cose nell’esagerare. Se il nostro settore non sarà tutelato e presto regolamentato dallo Stato, non sarà possibile anche tutelare i giocatori. Va ricordato infatti che il gioco legale tutela, per chi non lo sapesse, il giocatore.
Se non si agisce subito – ha concluso Antonia Campanella – si potrebbe ritornare indietro di 30 anni, alle bische clandestine, al gioco illegale, alle truffe e alla criminalità che ci marcia intorno. Urge quindi una normativa nazionale che uniformi e salvaguardi il settore prima che collassi definitivamente. Un settore che da anni gia convive in modo lacerante con la raccolta non legata ad un sistema concessorio”. es/AGIMEG (FONTE)

12 commenti su "Manfredonia. Scommesse, Campanella (titolare centro): “Prima che venga cancellato, il settore deve reagire""

  1. Mentre invece e’ bello avere sale scommesse e macchinette infernali ad ogni angolo per appagare la.volgia di gioco e come se fosse scomparso il fenomeno delle bische clandestine.

    Rispondi
  2. Ma come si può affermare che iniziative del genere siano finalizzate a trasmettere messaggi forti contro la ludopatia, a tutelare il consumatore…è vergognoso che per mirare esclusivamente al proprio profitto , si intraprendano queste iniziative con il solo scopo di attirare nelle sale gioco persone che non sono in grado di venire fuori da una dipendenza che ha mandato sul lastrico intere famiglie.
    Il giocatore che esagera con il gioco è una persona con problemi da cui spesso non riesce a venire fuori.
    L’imprenditoria che specula su questa problematica dovrebbe farsi un esame di coscienza…altro che esortare a farsi sentire per tutelare la categoria…magari venisse cancellata..molte famiglie vivrebbero più tranquille e i soldi buttati nel gioco verrebbero spesi in maniera sana, non distruttiva, contribuendo a far girare l ‘economia in un modo più costruttivo.

    Rispondi
  3. Lo Stato che alimenta la ludopatia con ogni mezzo..quanta ipocrisia e tutti quelli che dovrebbero parlare tacciono!

    Rispondi
  4. Tutti i contesti sociali sono coinvolti nella ludopatia, dalle casalinghe ai ragazzi, dai pensionati ai professionisti….dal disoccupato all’occupato, dal benestante al questuante di strada..

    Rispondi
  5. Un articolo che ha un unico scopo,quello di pubblicizzare la propria sala scommesse. Nel leggerlo mi sono chiesto, chissà se domani una pasticceria organizzerà un evento per far conoscere i gravi problemi del diabete e dell’obesità e ci dica meno male che ci siamo noi altrimenti ci sarebbero gli spacciatori di zucchero. Oppure, un tabaccaio che fa la lotta al tabagismo. Un ultima cosa, tutto si può dire tranne che il gioco istituzionalizzato abbia allontanato la criminalità anzi, in qualche caso l’ha legalizzato.

    Rispondi
  6. Da tempo mi chiedo come mai Manfredonia (quasi 50 mila abitanti) ha decine e decine di sale scommesse, sale slot, e come mai sono quasi sempre affollate in qualsiasi momento e la domenica e un impresa giocare una schedina.

    Rispondi
  7. Tassare tutti giochi al 50% non mai capito perché sulla benzina si paga l’80% di tasse e sui giochi molto meno. Ma chi sono gli azionisti della Lottomatica, Sisal, Better e quant’altro? Chi sono gli azionisti della florissima catena delle macchinette rovina famiglie e quanto pagano di tasse?

    Rispondi
  8. Se a Manfredonia venisse legalizzata la prostituzione, la vendita di narcotici, la vendita dei prodotti ittici, parrucchiere e badanti in nero, muratori, decoratori, idraulici, elettricisti è quant’altro, saremmo la cittadina con il reddito pro capite tra i più alti del mondo!

    Rispondi

Lascia un commento

Continua ciò che hai cominciato e forse arriverai alla cima, o almeno arriverai in alto ad un punto che tu solo comprenderai non essere la cima.”

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.