"Comunicare il Gioco" a Foggia

0
15

Foggia. Il prossimo 21 giugno, un seminario di formazione del ciclo “C’è gioco e gioco” sarà ospitato dal Comune di Foggia, che ha patrocinato l’iniziativa, nella propria Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte – via Galliani 1.
Questo il titolo: “Comunicare il Gioco”. Come verificare le informazioni sul gioco d’azzardo e le sue problematiche, raffrontando le notizie con le norme vigenti e utilizzando la terminologia corretta.
Il seminario, tenuto da Giampiero Moncada, giornalista di settore, e da Roberto Mollica, medico e specialista di dipendenze, è principalmente destinato ai giornalisti, ai quali l’Ordine regionale dei Giornalisti riconosce 5 crediti per la partecipazione a quest’attività formativa.
Ma è anche aperto a chiunque sia interessato all’argomento sotto qualunque punto di vista.
La partecipazione è libera ma è richiesta la prenotazione, in considerazione del limitato numero di posti disponibili.
Per prenotare, è sufficiente inviare una mail a questo indirizzo: seminariogioco@gmail.com indicando nell’oggetto “Seminario Foggia 2018”.
Poiché è destinato a un pubblico di non addetti ai lavori, il seminario formativo, con linguaggio divulgativo, parte dai concetti base dell’argomento: cosa si intende con l’espressione “gioco d’azzardo”? com’è organizzato il sistema che gli sta dietro? quali sono i ruoli dei diversi attori? cos’è che crea la dipendenza? e in che modo questa viene affrontata in Italia?
Vengono comunque affrontati i vari aspetti della materia: il contesto giuridico, il contesto sociale, il contesto economico, le fonti informative, le dinamiche della dipendenza, le norme di legge e i regolamenti che riguardano il cosiddetto “gioco pubblico”.
Trattandosi di materia controversa, che suscita accese prese di posizione e difficoltà di dialogo, i contenuti sono basati su fatti oggettivi e non su opinioni o su posizioni di parte. Il seminario, quindi, è improntato al resoconto fattuale e non ideologico. Vengono fornite informazioni tecniche, basate su fatti circoscritti senza che vengano proposte tesi precostituite, né a favore del gioco d’azzardo né di condanna pregiudiziale.
Questi i principali argomenti che saranno trattati nel corso della mattinata:
Definizioni: “gioco d’azzardo” e “gioco pubblico”
Il gioco d’azzardo in Italia: il monopolio statale e le concessioni agli operatori privati
Il sistema di controllo: la rete telematica di Sogei, le ispezioni di Monopoli, gli interventi delle Forze dell’Ordine, le sanzioni.
Le regole del gioco: come funzionano i singoli giochi, quali sono i rischi specifici di sviluppare dipendenza, come funziona il prelievo fiscale per ogni gioco
Il ruolo degli operatori
Le competenze giuridiche: enti locali e riserva di Stato
Gli interessi della malavita
Paradossi giuridici: il caso dei ctd
Le sanzioni: esempi
Tutela del giocatore: dal decreto Balduzzi alle leggi regionali
I meccanismi della patologia: ogni gioco funziona a suo modo
Le affinità e le interazioni con le altre dipendenze
Chi e perché si ammala di gioco
Chi e perché non si ammala di gioco

Rispondi