Amministrative: verso il ballottaggio fra Ciavarella e D’Ambrosio a San Nicandro

0
9

Foggia, 11 giugno 2018. L’astensionismo recupera a Peschici, nel senso che l’affluenza in questa tornata elettorale cresce di oltre tre punti rispetto a 5 anni fa. Passa dal 68,57% al71,76%, i 4 sindaci contro l’uscente Tavaglione, considerato “l’uomo da battere” secondo la stampa del luogo, avranno avuto il loro peso.
Record di votanti a Carapelle col 78%, sebbene si registri un calo di 8 punti rispetto alla tornata scorsa.
Ad Anzano, Faeto e San Marco la Catola non si supera il 50% ( Faeto è al 40% , Anzano è al 38% e a San Marco La Catola al 33%) con una flessione più evidente ad Anzano. Nel paese del ballottaggio, San Nicandro Garganico, con 5 sindaci come a Peschici, l’affluenza segna il 56%, a Vico sale di pochissimo, a San Paolo Civitate il calo di 9 punti è molto evidente.
Risultati
Anzano di Puglia: Paolo Lavanga è riconfermato, doppia con il 64% la sua concorrente Silvana Adddesa.
San Nicandro Garganico: si va verso il ballottaggio tra D’Ambrosio e Ciavarella, con un duello all’ultimo voto, mentre l’uscente sindaco Gualano è rimasto molto distanziato durante tutto lo spoglio insieme a Tancredi (candidato di Marinacci, centrista) e Corso (M5s). Ciavarella si attesta al 36%, D’Ambrosio al 23%, Gualano al 18%, Tancredi al 21%, Corso all’8%. Tutta da giocare la prossima sfida.
A Bovino con 925 voti vince al 43% Vincenzo Nunno con la lista “Tutti per Bovino”, contro di lui due donne, Stefania Russo al 31% e Antonietta Ruscillo al 25%.
A Carapelle la civica ‘Il salto’ decreta la vittoria di Umberto Di Michele: “Una vittoria di tutti, dell’umiltà, del popolo, si vede che in questi anni di opposizione abbiamo lavorato bene”, ha dichiarato il neo sindaco ad un’intervista l blog di Luca Caporale.
Duello a Peschici tra Franco Tavaglione e Memo Afferrante, per 13 voti trionfa il primo con 1090 preferenze contro 1077, una partita non semplice ma giocata con determinazione dall’uscente e riconfermato sindaco.
Con la lista ‘Insieme si può continuare’, con 2239 voti viene riconfermato a Vico del Gargano Michele Sementino. I suoi avversari si fermano molto prima, Scaramuzzo con ‘Per Vico’ a 1698 voti, Daniele Cusmai di ‘Lega Noi con Vico’ a 591. ”Insieme,- scrive il riconfermato sindaco su facebook- tutti insieme, dovremo anche convincere e coinvolgere quei cittadini che hanno rinunciato a esercitare il loro diritto di voto. Vico del Gargano è di tutti  i suoi cittadini. Oggi è già domani. Grazie Vico”. Pino Lonigro, socialista, ex consigliere regionale commenta: “L’ammucchiata contro di lui è stata sonoramente sconfitta”.
Per un cinquantina di voti a San Marco La Catola Paolo De Martinis vince le elezioni contro Luigi D’Antino della lista “San Marco Bene Comune”
Pietra Montecorvico: si riconferma il sindaco Raimondo Giallella con 1022 voti, stravince con il 56% contro il 28% di Lamarucciola . Restano molto indietro Alfonso Piccirillo con ‘Pietra Libera e forte’ al 9%, e Gisella Carchia del M5s con il 5%.
A Faeto vince Michele Pavia con la lista ‘Trasparenza e riconciliazione” contro Achille D’Aloia e le altre liste disseminate per l’occasione, erano 8 nel più piccolo paese al voto.
A San Paolo Civitate Francesco Marino vince con il 71% contro Neri Dionigi al 28%.
Raimondo Giallella del Pd riconfermato sindaco e D’Ambrosio al ballottaggio a San Nicandro (in attesa dell’esito definitivo) erano due degli obiettivi che il partito si era prefisso, come dichiarato a Stato Quotidiano da Tommaso Pasqua, vicepresidente del Pd in Capitanata. Bisognerà vedere le alleanze al secondo turno. Intanto a Vico il centrodestra aveva puntato su Sementino, che ha vinto, mentre la Lega, al suo primo esordio da sola in una competizione comunale, non ce la fa. In ogni caso Daniele Cusmai tiene e supera la percentuale delle politiche ottenendo il 13,05% contro il 12% .
Per fare un confronto, a Peschici la lista dei giovani di Francesco Piracci, segretario cittadino del Pd, arriva al 10,91%, a Pietra Montecorvino Gisella Carchia del M5s è al 5, 09% mentre a S. Nicandro il pentastellato Nicola Corso arriva al 9%.
A cura di Paola Lucino,
Foggia 11 giugno 2018

FOCUS

COMUNI PROVINCIA DI FOGGIA AFFLUENZA COMPLESSIVA 59,75% (PRECEDENTE 62,69)
I sindaci eletti
ANZANO DI PUGLIA 38,52 47,74 – Ballottaggio: Lavanga Paola – Addessa Silvana
BOVINO 55,34 55,40 – Nunno Vincenzo eletto sindaco
CARAPELLE 78,77 86,25 – Di Michele Umberto (Roberto) eletto sindaco
FAETO 40,38 45,76. Ballottaggio
PESCHICI 71,76 68,57. Francesco Tavaglione eletto sindaco
PIETRAMONTECORVINO 70,56 74,12. Giallella Raimondo eletto sindaco e
SAN MARCO LA CATOLA 33,74 36,54. De Martinis Paolo eletto sindaco
SAN NICANDRO GARGANICO N.P. Ballottaggio D’Ambrosio – Ciavarella
SAN PAOLO DI CIVITATE 55,78 64,00. Marino Francesco eletto sindaco
VICO DEL GARGANO 58,82 57,89. Michele Sementino eletto sindaco
SCRUTINI

SCRUTINI COMUNI PROVINCIA DI FOGGIA (LIVE)

SCRUTINI PUGLIA (LIVE)

SCRUTINI ITALIA (LIVE)

AFFLUENZA COMUNI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA
AFFLUENZA COMPLESSIVA 59,75% (PRECEDENTE 62,69)
ANZANO DI PUGLIA 38,52 47,74
BOVINO 55,34 55,40
CARAPELLE 78,77 86,25
FAETO 40,38 45,76
PESCHICI 71,76 68,57
PIETRAMONTECORVINO 70,56 74,12
SAN MARCO LA CATOLA 33,74 36,54
SAN NICANDRO GARGANICO N.P.
SAN PAOLO DI CIVITATE 55,78 64,00
VICO DEL GARGANO 58,82 57,89

Affluenza e Risultati Comuni Provincia di Foggia (LIVE)

Affluenza e Risultati PUGLIA (LIVE)

Affluenza e Risultati ITALIA (LIVE)

Focus Amministrative Provincia di Foggia
Il caso Faeto: nessun candidato a sindaco l’anno scorso, oggi 8 (II)
La carica dei 40 sindaci per le amministrative, doppio turno a San Nicandro (I)
Redazione StatoQuotidiano.it

Rispondi