Storia di una famiglia perbene – R.Ventrella, 2018

0
12

Storia di una famiglia perbene” è il terzo romanzo che Rosa Ventrella pubblica con Newton Compton. Dopo la parentesi parigina si torna a una storia ambientata in Puglia, questa volta a Bari.
STORIA DI UNA FAMIGLIA PERBENE. Anni Ottanta. Le estati a Bari vecchia trascorrono tra i vicoli di chianche bianche, dove i ragazzini si rincorrono nei dedali di viuzze, in mezzo ai profumi delle lenzuola stese e all’aroma dei sughi. Maria cresce insieme ai due fratelli più grandi, Giuseppe e Vincenzo. È una bambina piccola e bruna, dai tratti selvaggi che la rendono diversa dalle coetanee: una bocca grande e due occhi quasi orientali che brillano come punte di spillo. Ha un modo di fare insolente, che le è valso il soprannome di Malacarne. Vive immersa in una terra senza tempo, in un rione fatto di soprusi subiti e inferti, a cui è difficilissimo sottrarsi. L’unico punto fermo, negli anni tra l’infanzia e l’adolescenza, è Michele, figlio della famiglia più disgraziata di Bari vecchia. L’amicizia tra i due si salda e rinforza, nonostante l’ostilità delle famiglie e i colpi bassi della vita. Finché quel sentimento, forte e insieme delicato, quasi fraterno, non diventerà amore. Un amore che, anche se impossibile, li preserva dal rancore verso il resto del mondo e dalla decadenza che li circonda.
ANALISI. A tre anni dal precedente “Innamorarsi a Parigi” torna una delle voci più promettenti della giovane letteratura pugliese. Il punto di riferimento rimane però il suo romanzo d’esordio, Il giardino degli oleandri, a proposito del quale avevamo auspicato la possibilità di una diffusione internazionale del libro. Occasione arrivata oggi, con “Storia di una famiglia perbene”, venduto in diversi paesi tra cui Francia, Germania, Spagna e Usa. Anche i diritti cinematografici sono stati già venduti, per cui il romanzo sembra destinato al successo. Ampiamente meritato dall’autrice, che conferma qui tutta la sua bravura: storia coinvolgente, scrittura ispirata, personaggi ben delineati, finale non scontato, ambientazione suggestiva in una terra che pare arcaica anche se siamo nei recenti anni Ottanta. Quel che manca è un ulteriore lavoro di limatura e di “raffinazione” del testo, per un deciso passo in avanti del livello qualitativo.
L’AUTRICE. Rosa Ventrella è nata a Bari ma vive a Cremona. È laureata in Storia contemporanea e ha un Master in Dirigenza Scolastica. Per molto tempo ha scritto in riviste storiche specializzate e ha tenuto diverse conferenze sulla condizione femminile nella storia. Ha lavorato come editor per una casa editrice e da anni cura laboratori di scrittura creativa per ragazzi e adulti presso il CPIA di Cremona. Con la Newton Compton ha pubblicato Il giardino degli oleandri e Innamorarsi a Parigi.
Il giudizio di Carmine
Rosa Ventrella
STORIA DI UNA FAMIGLIA PERBENE
2018, Newton Compton Editore
Valutazione: 3½/5
A cura di Carmine Totaro, Redazione StatoQuotidiano.it – Riproduzione riservata

Rispondi