Di Fonso "Internalizzazione 118: 15 postazioni rimangono fuori"

Foggia, 23 maggio 2018. ”Altro scandalo nella Asl di Foggia, dove il direttore generale Piazzolla ha data mandato alla sanitàservice di internalizzare solo cinque delle 20 postazione di 118 della provincia di Foggia.
Infatti le postazioni che verrebbero internalizzate sono Cerignola, Carlantino, Isole Tremiti, Bovino e Roseto Valfortore, mentre altre 15 postazioni della provincia di Foggia rimarrebbero fuori, fra questi comuni come Manfredonia, Ortanova, Ascoli Satriano e Mattinata oltre ad altri comuni piu piccoli.
E’ l’ennesimo scandalo della Asl di Foggia, ma soprattutto di Piazzolla che ormai dimostra di aver perso il controllo su quanto accade nel 118 nella provincia di Foggia.
Rimarrebbero fuori 100 autisti e soccorritori continuando ad avere stipendi da fame, rispetto ai colleghi prescelti da Piazzolla per essere internalizzati.
Siamo pronti a dare battaglia, a proporre sit-in di protesa e  filo da torcere a chi sulla gestione del 118 si è comportato da principiante.
Chiederemo alla regione puglia ed a Emiliano come mai si continua nel 118 foggiano a fare figli e figliastri, la Asl deve assumere l’impegno di internalizzare tutte le postazioni presenti nella provincia di Foggia.
Non indietreggeremo di un solo passo a costo di protestare in maniera permanente davanti alla Asl.
Piazzolla è avvisato!! L’internalizzazione si deve fare per tutti i comuni in cui è presente il 118.
Nel frattempo molti lavoratori delle postazioni escluse si incontreranno nei prossimi giorni con i sindacati per decidere le azioni di lotta”.
 (A cura  di Massimiliano  Di Fonso,  Segretario provinciale Usppi)

3 commenti su “Di Fonso "Internalizzazione 118: 15 postazioni rimangono fuori"”

  1. Ti rispondo io perché Emiliano fa figli e figliastri: oltre ad essere incompetente, non gliene frega niente,CAPITANATA AUTONOMA

    Rispondi
  2. se li internalizzano senza fare un regolare concorso pubblico aperto a tutti sarò la prima a denunciare penalmente piazzolla per onosservanze alle leggi vigenti in materia di assunzione. Fate fate. fate pure. questa sarà la volta buona che l’intera sanitaservice se ne andrà a casa. Piazzolla è avvisato e come lui l’assessore regionale alla sanità ed il governatore Emiliano. Una volta tolto il coperchio ne verranno fuori delle belle…. già sto ridendo

    Rispondi

Lascia un commento