Il Salone del Lavoro per i giovani in cerca di occupazione (FOTO)

0
14

Foggia.  Da Lidl Italia a Leroy Merlin, da Deloitte a Metro, passando per BDO, CNH Industrial (Gruppo Fiat), Eataly, Kruk, Manpower, Oviesse solo per citare alcune delle 60 aziende (diverse delle quali di spessore internazionale, altre di ambito nazionale o più specificatamente di settore come, ad esempio, nel caso di Aeroporti di Puglia) che saranno ospiti della prima edizione del Salone del Lavoro e della Creatività, organizzato dall’Università di Foggia con il sostegno della Regione Puglia e dell’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione della Regione Puglia (A.R.T.I.).
Inaugurato oggi pomeriggio (chiusura giovedì 17 maggio alle ore 19,00) presso la Fiera di Foggia (padiglione nuovo), dove l’Università di Foggia proverà a diventare il primo hub del Mezzogiorno specializzato nella connessione tra domanda e offerta di lavoro. Una svolta senza precedenti nell’ambito delle politiche di reclutamento e placement adottate finora dall’Ateneo, una svolta dettata innanzi tutto dalle difficoltà facilmente desumibili dai dati relativi all’occupazione in Capitanata (a seconda delle fasce d’età, mai al di sotto del 20% e in alcuni casi vicina anche al 50%) e all’emigrazione intellettuale di laureati e studenti (anche in questo caso mai al di sotto del 30%).
«Dati che impongono una seria riflessione – dichiara il Rettore dell’Università di Foggia, prof. Maurizio Ricci – soprattutto sul futuro di questi ragazzi. Noi ci stiamo provando, sarà un’edizione “numero zero” come si dice in questi casi, ma non sarà una edizione sperimentale: abbiamo cercato di curare tutti i dettagli tra mille difficoltà, prime tra tutte quelle di natura economica e immediatamente dopo quelle di natura logistica. Va detto che senza il sostegno e l’entusiasmo della Regione Puglia e dell’A.R.T.I. non ce l’avremmo fatta, non si tratta di un riconoscimento formale ma assolutamente sostanziale, considerato il determinante apporto che la Regione Puglia ha fornito a questa rassegna piena di futuro e speranza».
Il Salone del Lavoro e della Creatività è stato organizzato dall’Area Orientamento e Placement diretta dalla dott.ssa Rita Saraò, su coordinamento della delegata del Rettore all’Orientamento, Tutorato e Job Placement prof.ssa Lucia Maddalena.
Due padiglioni: uno istituzionale, l’altro per le 60 aziende ospiti / Già pervenute 1000 registrazioni, 700 gli iscritti ai workshop.
fotogallery enzo maizzi

Rispondi