"SS89: spartitraffico cavalcavia e tunnel pedonale per San Leonardo"

Manfredonia, 04 maggio 2018. ”L’adeguamento della SS89 Garganica (nel tratto che da Manfredonia conduce a Foggia) ha finalmente imboccato la strada giusta. In un incontro tenutosi lo scorso 2 maggio presso la propria sede di Foggia, Anas ha chiesto un preliminare via libera al progetto definitivo, che sarà, a breve, sottoposto al vaglio di una conferenza di servizi decisoria tra gli Enti interessati, le cui proposte erano auspicate dal Comune di Manfredonia da più di un paio di decenni e sollecitate dal sottoscritto, tanto per la sicurezza stradale, quanto per il pieno funzionamento di una infrastruttura fondamentale per il turismo e la produzione del settore primario e secondario locale.
All’incontro tecnico hanno preso parte Anas (con l’Ing. Francesco Ruocco e l’Ing. Vincenzo Castellano), il Comune di Manfredonia (con l’Avv. Luigi Andrea Ardò, in mia rappresentanza), il Comune di San Giovanni Rotondo (con il sindaco Costanzo Cascavilla e il tecnico Saverio Pio Longo) e la societa’ S.T.E. SRL (con il Prof. ing. Francesco La Camera). L’importante intervento riguarderà il tratto compreso tra il km 172+000 (ingresso Manfredonia Sud) ed il km 186+500 (aeroporto di Amendola) e consisterà nel completamento dello spartitraffico, allargamento sede stradale, rifacimento di un ponte, cavalcavia e costruzione di innesti stradali ed un sottopasso. I referenti di Anas hanno evidenziato come sia stato determinante al buon esito dell’annosa questione, la mia perseveranza in qualità di Sindaco di Manfredonia, che ho continuamente interpellato la società sulla questione, per evitare ulteriori incidenti stradali e valorizzare il recupero dell’Abbazia di San Leonardo ed anche la fruibilità della Zona Industriale.
Per quanto concerne il tratto ricadente nei confini del territorio di Manfredonia, i lavori riguarderanno l’allargamento della sede stradale (senza intaccare minimamente il patrimonio stroico-artistico religioso di San Leonardo), la realizzazione dello spartitraffico continuo, un nuovo ponte sul Candelaro (in sostituzione di quello già esistente), un innesto stradale nei pressi dell’Abbazia (per inversione di marcia per chi proviene dal Gargano), un tunnel pedonale per consentire l’attraversamento a quanti parcheggiano di fronte all’Abbazia (che non dispone di uno spazio sufficiente al proprio interno) molto visitata e frequentata a seguito dei lavori di recupero e fruizione, l’adeguamento dei cavalcavia della Z.I. (al fine di migliorare la fruizione dell’area). Interventi mirati che vanno ad incastrarsi nel più ampio e lungimirante piano di sviluppo del territorio portato avanti dall’Amministrazione comunale, su tutti quello del segmento turistico con il recupero e la valorizzazione di importanti siti di valore storico-culturale come ad esempio il Castello Svevo-Angioino ed il suo fossato, il Parco Archeologico di Siponto, gli Ipogei Capparelli, le Ex Fabbriche di San Francesco.
Come detto, i lavori di adeguamento della SS89, riguarderanno anche un tratto ricadente nei confini del Comune di San Giovanni Rotondo e, in minima parte, in quelli di San Marco in Lamis, e prevedono, oltre al completamento dello spartitraffico e allargamento sede stradale, L’adeguamento del cavalcavia nei pressi dell’aeroporto di Amendola e la costruzione di un nuovo cavalcavia nei pressi del “Casale Cisternino” per facilitare l’inversione di marcia dei veicoli. L’inizio dei lavori è previsto per il 2019, a conclusione delle ultime procedure di acquisizione dei pareri degli Enti preposti”.
Lo rende noto il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi.
Redazione StatoQuotidiano.it

3 commenti su “"SS89: spartitraffico cavalcavia e tunnel pedonale per San Leonardo"”

  1. da ragazzo quando facevo qualcosa di buono e mi aspettavo la riconoscenza da parte delle persone a me vicine, mi si rispondeva :
    ” hai fatto solo la metà del tuo dovere “.
    Ovviamente qui si valuta l’effetto annuncio, di per sè irrilevante ai fini della risoluzione delle problematiche che la SS 89 presenta..

    Rispondi

Lascia un commento